Intervista a Luca Maresia sul modulo Al

Leggi l'intervista di Solarebusiness.it a Luca Maresia, responsabile commerciale Fototherm

Attualmente con il calo del fotovoltaico e lo stallo del solare termico, chi opera in questi settori sta cercando nuove opportunità: una di queste è l’ibrido, quindi per noi che ci occupiamo prevalentemente della produzione di moduli termofotovoltaici è un momento di crescita. Anche perché con la fine del fotovoltaico speculativo le rinnovabili stanno cambiando ottica, si punta alla grid parity e all’indipendenza energetica e questi sistemi consentono un rientro economico veloce. Inoltre ci sono svariati ambiti di applicazione, il residenziale la fa da padrone ma abbiamo molte richieste anche in ambito sportivo, alberghiero, industriale alimentare, caseifici e villaggi turistici dove ci sono microutenze ad isola. Si possono creare inoltre abbinamenti interessanti con la pompa di calore geotermica, il solar cooling e in ultimo applicazioni per la desalinizzazione dell’acqua, che ritengo sia un ambito che possa avere un interessante sviluppo futuro. La nostra gamma comprende un modulo “serie AL” basato su tecnologia Aleo Solar, è il nostro prodotto di punta nato dopo quasi due anni di collaborazione con il gruppo tedesco: si tratta di una soluzione che dal punto di vista estetico e dimensionale risulta come un pannello fotovoltaico monocristallino nero, con un’attenzione particolare al design, oltretutto è il modulo PVT con la maggiore performance sul mercato termofotovoltaico. A completamento della gamma abbiamo poi un altro modulo basato su tecnologia poli Canadian Solar. L’offerta economica di Fototherm comprende i kit per il residenziale per differenti richieste dell’utente finale.

Leggi di più su Solarebusiness.it